Perchè un convegno
sul federalismo
   
 

È trascorso quasi un decennio da quando la modifica del titolo quinto della costituzione – che ha attribuito maggiori poteri alle regioni e successivamente agli enti locali – avrebbe dovuto condurci ad una governance che modificava uno stato centralista per avvicinarsi ad un sistema federalista.

Un federalismo compiuto può effettivamente rappresentare lo strumento in grado di assicurare una corretta ed equa competizione economica ed amministrativa fra regioni, italiane e non, anche spronando chi si interessa della cosa pubblica a governare più efficacemente e nel modo più opportuno per valorizzare le caratteristiche peculiari della comunità cui deve rispondere.

Entro questi principi generali però la montagna, in quanto area svantaggiata, necessità di un federalismo solidale che tenga conto sia degli handicap strutturali legati alla particolare geografia e ad aspetti demografici che si traducono in costo maggiore nell'erogazione dei servizi, sia pubblici che privati.

I nuovi ruoli e competenze potenzialmente attribuibili agli enti locali, comuni e provincie, alle regioni e allo stato necessitano di una ridistribuzione delle competenze e a una conseguente riallocazione delle risorse e a ciò dovrebbe provvedere il federalismo fiscale che rimane il motore di questa riforma complessiva dell'ordinamento che deve vincere i localismi ed interessi consolidati e stratificati interessati ad un sostanziale mantenimento dello status quo.

Conseguentemente, un mancato federalismo o un federalismo solo sulla carta potrebbe celare il rischio di un aggravio dei costi invece che l’auspicato alleggerimento della pressione fiscale.

La ricerca dell'equità fra territori e popolazioni potrà contribuire a colmare il divario competitivo che contraddistingue le aree montane attraverso una giusta perequazione? L'avvicinamento della politica e dell'amministrazione al cittadino concorrerà anche il nodo di una soffocante burocrazia? Le probabili resistenze al mutamento della forma di governace ci permetteranno di avere un federalismo compiuto e quando? Chi di noi non si è domandato a che punto siamo del percorso che ci porterà - o ci dovrebbe portare – ad attuare in modo compiuto la riforma federalista?

Su questi temi vogliamo riflettere e discuterne con i massimi esperti, giuridisti ed economisti domenica 21 novembre con inizio alle ore 9:45 al Park Hotel Villa Carpenada di Belluno per avere risposte “di prima mano”.

   
 

Torna indietro